Coletta lo aveva preannunciato nell’ultima conferenza stampa tenuta insieme all’assessore Buttarelli: «Provvederemo a separare le utenze del palazzetto di via dei Mille». E il sindaco è stato di parola. Da un paio di giorni è sull’albo pretorio on line del Comune la determina con cui l’amministrazione si appresta ad affidare la progettazione dei lavori per la separazione delle utenze di luce, gas e acqua. Un’operazione che solo per la progettazione costerà circa 24mila euro al Comune, ma che poi solleverà l’ente dall’onere di dover pagare i costi delle utenze, che andranno una volta per tutte poste a carico delle società che gestiscono gli impianti.
Ma c’è qualcosa che probabilmente è sfuggito all’amministrazione Coletta (ma che invece dovrebbe essere nota a qualcuno in Comune): nel 2010 l’ente non solo aveva eseguito la progettazione, ma aveva addirittura ufficialmente approvato lo stesso identico progetto stanziando 234mila euro (determina 237/2010) per separare le utenze degli impianti di via dei Mille. E non è tutto: sembra che all’interno dell’ente sia circolato addirittura un certificato di collaudo per quei lavori mai fatti. Ma dove sono finiti quei 234mila euro?

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (19 novembre 2016)