Il giudice per le indagini preliminari Mara Mattioli e il sostituto procuratore Giuseppe Miliano concluderanno in giornata il giro degli interrogatori degli indagati colpiti da ordinanza di custodia cautelare nell’ambito dell’operazione Olimpia. Oggi sarà il turno degli imprenditori Sandra Capozzi e Antonio Di Girolamo, coinvolti nel filone dei lavori pubblici affidati senza il preventivo ricorso a gare d’appalto con il pretesto della somma urgenza, e poi di Elena Lusena, funzionaria del Comune coinvolta invece nel filone riguardante i lavori e la gestione dello stadio comunale Francioni. Tutti e tre gli indagati si trovano agli arresti domiciliari e quindi saranno interrogati in Tribunale. Fino ad oggi tutte le persone sottoposte ad interrogatorio hanno risposto alle domande del giudice e del pm sostenendo la legittimità delle rispettive condotte.
Intanto sono state convocate per questa mattina le commissioni atte a determinare quali saranno i provvedimenti disciplinari da adottare nei confronti dei dirigenti e dei dipendenti comunali che a vario titolo sono stati coinvolti nell’inchiesta «Olimpia».
Ad una settimana dall’operazione che ha letteralmente sconvolto la città, il Comune, dopo aver valutato attentamente la questione, scende in campo prendendo in mano la situazione. Due le commissioni istituite per far fronte al delicato compito, una per i dirigenti e una per i dipendenti.

Il servizio completo in edicola su Latina Oggi (21 novembre 2016)