Maurizio Mansutti si è autospeso dalla presidenza del Partito democratico provinciale. L'ex consigliere comunale e provinciale è tra gli indagati nell'inchiesta Olimpia, quella che ha portato all'arresto di politici e dirigenti del Comune oltre che di imprenditori locali. Nei giorni scorsi 12 big del Partito democratico, tra cui il sottosegretario Sesa Amici e i consigliere regionale Enrico Forte, avevano chiesto con un documento il passo indietro di Mansutti. Il segretario provinciale Salvatore La Penna aveva provato a blindare il presidente del partito, coadiuvato dal senatore Claudio Moscardelli. Ma alla fine l'avvocato Mansutti ha tolto tutti dall'imbarazzo, autosospendendosi dalla carica.