La partita più importante del Latina Calcio, si gioca su più tavoli. L’obiettivo è quello di salvare una società e, di conseguenza, una categoria che, vista la situazione in seno al club di Piazzale Prampolini, è a rischio.
Anche la giornata di ieri è stata convulsa e ricca di colloqui. Con il presidente Antonio Aprile fuori Latina per questioni di lavoro, è stato il figlio Natalino ad avere fitti colloqui con i legali per la vicenda legata al passaggio delle quote del dimissionario, Pasquale Maietta.

Soldi sequestrati, il ricorso punta ad una consulenza
E’ stato presentato ricorso avverso il sequestro dei soldi sui conti correnti dell’Unione Sportiva Latina Calcio per una somma di 80mila euro. La difesa del club nerazzurro, rappresentata dall’avvocato Luca Giudetti, ha impugnato il sequestro e ha presentato ieri al Tribunale del Riesame di Latina un’azione con cui cerca di scardinare le accuse e lo ha fatto anche sulla scorta di una consulenza di parte con cui cerca di sostenere l’evanescenza dell’impianto accusatorio che poggia le basi sull’ipotesi di reato oltre che dell’autoriciclaggio anche su delle presunte frodi fiscali. La data dell’udienza ancora non è stata fissata e si conoscerà nei prossimi giorni.

Il servizio completo in edicola con Latina Oggi (24 novembre 2016)