Nessun profilo di incompatibilità o ineleggibilità per il sindaco di Pontinia Carlo Medici. Parla chiaro il responso della prefettura e del ministero dell’Interno, interpellati in seguito a un’interrogazione presentata dai consiglieri comunali di Pontinia dopo un esposto depositato dall’associazione “Liberi e Forti” di Giuseppe Anitori. A firmare quell’interrogazione, risalente a metà luglio, erano stati Giuseppe Mochi, Simone Coco, Alfonso Donnarumma, Daniela Lauretti e Paolo Torelli. Gli stessi, in qualità appunto di consiglieri comunali, avevano chiesto di effettuare tutte le verifiche di rito sulla compatibilità del sindaco in carica Carlo Medici in relazione all’incarico ricevuto tempo addietro per la direzione dei lavori di un intervento privato votato nel 2011 dal Consiglio Comunale di Pontinia.

L'articolo completo su Latina Oggi in edicola e in formato digitale