La giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dei Deputati che oggi avrebbe dovuto incontrarsi per la prima volta per discutere l'autorizzazione a procedere con l'arresto dell'onorevole Pasquale Maietta è saltata. La decisione è stata presa ieri alle 19, quando sul sito del Parlamento è apparsa la notizia. Coinvolto nello scandalo Olimpia e anche nell'inchiesta Starter, l'ormai ex presidente del Latina Calcio gode dell'immunità parlamentare e nonostante la richiesta d'arresto da parte del Gip Mara Mattioli, a decidere deve essere la Camera. Nella fase iniziale sarà però il caso sarà analizzato da una commissione di 21 componenti di cui il presidente è il compagno di partito di Maietta, Ignazio La Russa. La commissione ha ricevuto la documentazione, consistente il 504 pagine di ordinanza. Secondo la normale procedura, nei prossimi giorni sarà nominato un relatore che avrà il compito di studiare il documento e relazionare i colleghi nelle prossime sedute. La giunta una volta esaminato tutto, procederà ad una votazione. Dopo di che l’ultima parola spetterà alla Camera. I precedenti degli ultimi anni non sono molto confortanti per il deputato. La differenza può farla solo il Pd: se il primo partito della Camera decide per l’arresto, assieme ai voti scontati del M5S, Maietta non ha chance.