Seggi chiusi. Alle 23, quando si sono concluse le operazioni di voto per il referendum, a fronte di un'affluenza del 68,88% registrata nel Lazio, identica a quella nazionale, la provincia di Latina si è fermata al 66,25%, la più bassa del Lazio, seguita da Frosinone, Rieti, Roma e Viterbo, dove invece c'è stato un boom, con il 71,61% degli aventi diritto al voto che si sono recati ai seggi.