"Dedichiamo questo locale, la biblioteca che è un luogo di nobiltà dove si concentra il sapere ad un grande magistrato". Sono state queste le parole del Presidente del Tribunale di Latina Catello Pandolfi in occasione dell'intitolazione della biblioteca del Palazzo di Giustizia al giudice Mario Marino, morto l'anno scorso, padre dei due avvocati Luigi e Gaetano. La cerimonia organizzata dal Consiglio dell'Ordine degli Avvocati è stata l'occasione per ricordare una delle figure storiche della giustizia pontina, molti avvocati ma anche ex magistrati hanno voluto ricordare il magistrato pontino impegnato in moltissimi processi alcuni anche di livello nazionale come il massacro del Circeo. "E' stato un uomo di grande equilibrio, arrivare a cento anni come lui non è una fortuna ma rappresenta un segno di grandezza", hanno ricordato in tanti. Alla cerimonia erano presenti moltissimi avvocati del Foro Pontino e diversi magistrati tra cui il giudice Archidiacono e il magistrato Bontempo che hanno lavorato con Marino. "Era un profondo conoscitore del diritto".