Un ricorso agli organi di garanzia regionali e nazionali del Partito democratico contro la decisione del segretario regionale Fabio Melilli di commissariare il partito di Latina. Lo ha annunciato questa mattina nel corso di una conferenza stampa Giorgio De Marchis, ex consigliere comunale Dem assieme alla consigliera comunale Nicoletta Zuliani. La decisione, dicono i due, scaturisce dal fatto che "il commissariamento è ingiustificato  e illegittimo". Accuse pesanti nei confronti del segretario provinciale Salvatore La Penna accusato di aver "effettuato una manovra politica per fermare la possibilità di eleggere un segretario comunale a lui sgradito". De Marchis e Zuliani hanno poi spiegato tutti i dettagli di natura procedurale e tecnica che motivano la loro decisione.