I contatti avuti in carcere in Italia e i riscontri trovati in alcune schede telefoniche di Anis Amri, l’autore della strage di Berlino del 19 dicembre scorso, hanno portato la polizia anche alla periferia di Aprilia, a Campoverde dove sono state eseguite diverse perquisizioni, almeno due, di cui una in via Virgilio. Le perquisizioni state disposte dalla Procura di Roma nell’ambito dell'inchiesta sull’attentato di Berlino. In due abitazioni Anis Amri sarebbe stato ospite, secondo quanto accertato dal pm Francesco Scavo, lo scorso anno, probabilmente a giugno. Nelle stesse case potrebbero ancora risiedere alcune persone che hanno avuto rapporti con lui. Il tunisino autore della strage di Berlino, si trovava in Olanda prima di proseguire la sua fuga verso la Francia e l’ Italia. Amri è salito mercoledì notte su un autobus della Flixbus nella stazione olandese di Nimega, molto vicina al confine con la Germania. Da lì si è diretto fino alla stazione di Lione, dove è stato ripreso dalla immagini delle telecamere di videosorveglianza e dove ha comprato un biglietto del treno per Milano con scalo a Chambéry.

L'articolo completo in edicola su Latina Oggi (29 dicembre 2016)