Hanno protestato questa mattina sotto il Comune di Latina i genitori dei 15 bambini che necessitano dell'assistenza alla comunicazione a scuola e che si sono visti dimezzare il servizio da 10 ore a 5 ore settimanali. "A fine dicembre ci hanno avvisato del taglio dell'assistenza scolastica - spiegano i genitori - Ma senza questo servizio i nostri bambini, che hanno difficoltà di linguaggio, avranno seri problemi di apprendimento e soprattutto di integrazione". Come spiegano i genitori, infatti, non è stata diramata nessuna notizia dalle scuole, che sembrano non aver avuto alcuna comunicazione così come è accaduto per le famiglie. Gli interpreti della lingua dei segni, figure professionali e soprattutto assegnate individualmente ad ogni bambino, si troveranno a fornire il servizio per una sola ora al giorno ai piccoli studenti degli istituti comunali. "Dal Comune ci è stato detto che non ci sono le risorse necessarie - proseguono i genitori - Ma se saremo costretti passeremo alle vie legali"