Indeco pronta a fare le valigie e a rinunciare alla valutazione di impatto ambientale per l’autorizzazione integrale ambientale relativa alla sopraelevazione dell’invaso S8. Il nuovo colpo di scena nell’intricato capitolo delle discariche è stato prima comunicato dall’assessore Roberto Lessio nella riunione dei soci di Lbc martedì e poi ribadito ieri in una nota del Comune di Latina. La società Indeco avrebbe comunicato alla Regione Lazio, due mesi fa, di non essere più interessata alla discarica di Borgo Montello attraverso una lettera consegnata all’assessore Lessio e da quest’ultimo “sventolata” per ribadire la bontà del proprio operato dopo le agguerrite polemiche per il suo mancato intervento ad una conferenza di servizi decisoria in merito all’impianto a biogas. «In una comunicazione – spiega la nota stampa di Piazza del Popolo - protocollata dalla Regione Lazio in data 10 novembre 2016, la Indeco Srl ha rinunciato alla Valutazione d’Impatto Ambientale per l’AIA relativa alla sopraelevazione dell’invaso S8». Secondo la nota questa rinuncia «comporta di conseguenza anche l’abbandono del progetto per la realizzazione dell’impianto di Trattamento Meccanico Biologico ipotizzato in aree di sua proprietà, acquistate nel 2009». E si fa proprio bene ad usare la parola “ipotizzato”, perché la Indeco non ha mai ricevuto alcun via libera per quel progetto effettivamente presentato. Ma il Comune si lancia in alcune valutazioni che definire precipitose sarebbe eufemistico:«di fatto – si legge nella nota stampa - si tratta della rinuncia della società a qualsiasi altro investimento sul sito».

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (26 gennaio 2017)