Soltanto nel pomeriggio di ieri il Consiglio comunale sembrava voler salvaguardare la presenza di una Congregazione religiosa nella scuola paritaria di Borgo Carso, tenendo la via della statalizzazione soltanto come piano B. Invece, neanche due ore dopo, la Giunta ha approvato la delibera della statalizzazione, andando in qualche modo controcorrente rispetto a ciò che era stato detto nella pubblica assise. Questo è ciò che le mamme dei piccoli iscritti alla scuola hanno fatto notare questa mattina nella Commissione consiliare, dove hanno espresso il loro malcontento per la mancata volontà del Comune di salvaguardare la presenza delle suore all'interno della struttura. Ma non tutto è perduto: infatti sembrano esserci tutte le possibilità per annullare in autotutela la delibera se verrà trovata una nuova Congregazione religiosa che sostituisca quella che ha dichiarato la disdetta a partire dal prossimo anno. O almeno queste sono le garanzie che sono arrivate dagli Uffici comunali. E a quanto pare, esiste già una Congregazione che ha dato la sua disponibilità.