Era stato colpito con un bicchiere sul volto e poi preso a calci e pugni. Un'aggressione violenta scoppiata dopo che la vittima aveva anche subito diverse provocazioni. Ma gli agenti del commissariato di Formia sono riusciti ad individuare gli aggressori, entrambi 27enne che sono stati denunciati. Tutto comincia nel mese di dicembre scorso quando la Polizia di Stato intervene in un noto locale di Formia a seguito della segnalazione al 113 di una violenta aggressione di un giovane da parte di un gruppo di coetanei, che gli avevano provocato una profonda ferita sul volto. Secondo la ricostruzione dei fatti, la vittima delle lesioni, mentre era in compagnia di alcuni amici, si accorgeva che una persona a lui sconosciuta, gli stava provocando con la sigaretta una bruciatura sulla manica del giubotto. Richiamatolo a prestare maggiore attenzione, otteneva le immediate scuse. Dopo pochi minuti però il malcapitato, sentiva bagnato il proprio giubotto e, voltandosi, notava che il medesimo ragazzo che si era scusato per il gesto della sigaretta, gli aveva versato proditoriamente del vino sulle sue spalle. Gli animi dei due giovani venivano placati grazie all’intervento di alcuni avventori del locale volti ad evitare il peggio, ma a distanza di pochi secondi, l’autore delle precedenti provocazioni, colpiva la vittima al volto con un bicchiere e non pago lo aggrediva con calci e pugni. Tramite il 113 interveniva l’autovettura del Commissariato di Formia ed a seguire, l’ambulanza per soccorrere il ferito che veniva trasportato all’ospedale . Le testimonianze acquisite delle persone presenti ai fatti, nonché i dati della videosorveglianza del locale notturno, hanno consentito all’esito degli accertamenti, di deferire due soggetti privi di precedenti segnalazioni di polizia, classe 1990, entrambi residenti in zona per i quali si è in attesa delle determinazione da parte dell’A.G. di Cassino.