Era destinatario di un provvedimento dal mese di settembre 2016 ma a seguito dell'operazione Alias ma da allora era irreperibile. Tuttavia, il personale della Polizia di Stato – Questura di Latina, Commissariato di Polizia di Gaeta, nel pomeriggio di ieri nell'ambito di un servizio finalizzato al monitoraggio dei soggetti sottoposti alle misure di prevenzione ha eseguito la misura cautelare personale con l’obbligo di dimora, nonché di presentazione quotidiana alla P.G nei confronti di P.M di anni 23. Il giovane nel settembre 2016 era stato colpito dal provvedimento nell’operazione denominata “Alias”, condotta dal Commissariato di Polizia di Gaeta e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino. Il giovane però, da quella data, si era reso irreperibile: fino alla data odierna, quando il personale delle pattuglie sul territorio, lo rintracciavano nel centro cittadino di Gaeta, consentendo così, di dare esecuzione a quanto disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Gli altri controlli Inoltre sono state notificate 5 misure di prevenzione, già proposte da questo ufficio, ad altrettanti pregiudicati locali, sottoposti alla misura dell’avviso orale emesso dal Questore di Latina. In analogo contesto è stato anche rintracciato lo straniero S.B. di anni 41, cittadino extracomunitario indiano, colpito dal decreto di espulsione dal territorio nazionale e, pertanto, rimpatriato nella sua Nazione di origine. L’intensa attività di controllo del territorio ha consentito di identificare 133 persone, 62 autovetture, di elevare numerosi verbali al c.d.s. nonché di controllare due noti esercizi commerciali solitamente frequentati da pregiudicati.