Ogni parola aggiunta finisce per complicare il quadro già grigio sullo stato dei rapporti tra soci vecchi e nuovi del Latina calcio. Nel corso di una conferenza indetta ieri per parlare di calcio mercato, Benedetto Mancini ha cercato di spiegare che non c’è nessun tentativo di fuga o di presa di distanze dalla compagine sportiva da parte dei soci della IES srl, ma non ha fatto alcun cenno alla diffida con cui la settimana scorsa la stessa srl ha comunicato a Maietta ed Aprile che l’atto sottoscritto dal notaio è da ritenersi nullo, e che la struttura societaria del Latina Calcio è da ritenersi inalterata rispetto al passato. Caustica la replica di Aprile: si chiamano fuori, ma intanto vendono i calciatori. La guerra è appena iniziata.

L'articolo completo in edicola con Latina Oggi (3 febbraio 2017)