Dopo averle bloccato i polsi per impedire di scappare, provò a violentare una paziente mentre era seduta sul suo lettino da dentista. Questa è l’accusa di cui deve rispondere un medico dentista dell’Asl, S.A. di 58 anni, che avrebbe tentato di abusare sessualmente di una sua paziente. Non solo. Avrebbe addirittura messo cinquanta euro nel suo reggiseno, palpato i seni, per avere in cambio delle prestazioni sessuali dalla donna. Protagonista di questa brutta e squallida storia è un noto dentista di Formia, che opera in privato e per l’Asl. L’episodio però si sarebbe verificato nello studio Asl di Gaeta, quindi con l’aggravante di avere commesso un reato nell’esercizio delle sue funzioni. La presunta vittima è una ragazza romena di 22 anni, è arrivata in Italia molti anni fa per cercare lavoro ed aveva trovato impiego come badante a Fondi. I fatti risalgono all’agosto del 2014. La denuncia venne presentata presso la caserma dei carabinieri di Formia e ora il professionista è stato rinviato a giudizio.