«Ci sentiamo maltrattati e non considerati, noi come consiglieri ed i cittadini venuti ad assistere e a sollevare un problema che li investe come operatori di questa città». Parole di Matteo Adinolfi di Noi con Salvini a cui hanno fatto eco anche quelle di Massimiliano Carnevale per l’ennesima polemica dell’opposizione affiorata ieri in commissione attività produttive, seduta densa di argomenti ma con alcune defaillance operative e politiche puntualmente contestate. A partire dall’assenza di qualcuno, assessore, dirigenti o semplici funzionari, che potessero illustrare la relazione tanto attesa sul corposo faldone del mercatino di via Verdi, la vicenda che tiene inchiodato il Consorzio che gestisce l’area commerciale vicina all’ospedale e che deve al Comune mancati incassi per la tassa di occupazione di suolo pubblico. Proprio nell’ultima seduta il documento per venire a capo della vicenda era stato annunciato dal dirigente del Suap Aldo Doria che aveva preso tempo di fronte agli operatori del mercatino per esaminare un caso decennale definito «complesso e da vagliare con sindaco ed assessore». Ma, dopo una settimana e a relazione pronta, come da punto all’ordine del giorno, nessuno si è presentato e gli operatori di via Verdi hanno dovuto incassare l’ennesima delusione. 

(Articolo completo su Latina Oggi del 28 Febbraio 2017)