C'è bisogno di un nuovo carcere a Latina, anche e soprattutto per i detenuti. Questo l'appello lanciato da Gianni Tramentozzi, segretario generale aggiunto della Fns Cisl di Latina, che auspica una nuova sede più confortevole per il personale e più spazi per i detenuti con una maggiore sicurezza prevedendo quiandianche sistemi di video sorveglianza interna ai reparti( maschile e femminile). "Un nuovo istituto carcerario è indispensabile, anche per i detenuti - spiega Tramentozzi - i quali sono attualmente ospitti in una struttura vecchia e sovraffollata. Inoltre la struttura è obsoleta anche per il personale di Polizia Penitenziaria, visto che i luoghi dove lavorano non possono certo essere definiti accettabili, in quanto privi dei confort posseduti da altri istituti di recente costruzione come quello di Rieti". Come spiega il sindacato, il carcere di Latina risulta ospitare più detenuti di del massimale previste, risultando tra i 20 istituti più affollati di tutta Italia, classificandosi alla 12° posizione con il 157,89% di posti occupati (ci sono 120 detenuti su 76 previsti). 
Il sovraffollamento delle carceri si registra anche a livello regionale, dove si contano 6.219 detenuti reclusi nei 14 Istituti del Lazio (dato del 28 Febbraio 2017) rispetto ad una capienza regolamentare  prevista di 5.235 unità.
"Il personale invece risulta sottodimensionato rispetto alle esigenze reali - prosegue Tramentozzi - Attualmente  negli Istituti Penitenziari della regione mancano 465 unità (4.052 previsti rispetto agli attuali 3.587)".