Ancora un’altra indagine per voto di scambio a carico del sindaco di Formia, Sandro Bartolomeo. Coinvolto anche l’attuale assessore all’Urbanistica, ma all’epoca dei fatti presidente del consiglio comunale, Maurizio Tallerini. Una vicenda che risale al 2015 quando alcuni ex operai di coop che avevano lavorato in precedenza per conto del Comune, poi non più rioccupati, hanno protestato sotto il palazzo comunale con un presidio che è durato diversi giorni. Questi allora parlavano di promesse non mantenute dagli amministratori, raccontando poi in una denuncia-querela che Tallerini per conto del sindaco prima dell’elezione avrebbe promesso loro posti di lavoro. A questo episodio, ha fatto seguito una denuncia querela da parte del sindaco nei confronti di questi per estorsione, viste le continue proteste in comune. Da qui è scattata l’indagine da parte del Sostituto procuratore della Repubblica, Alfredo Mattei, che alcuni giorni fa ha delegato i carabinieri di Formia all’interrogatorio degli indagati, tra cui il sindaco Sandro Bartolomeo.