"Salvini chiama tutti a Roma per protestare contro il Governo, e noi ci saremo". Parole del segretario provinciale della Lega a Latina, Silviano Di Pinto, che con una nota annuncia della manifestazione in programma per il 2 giugno nella Capitale. 

"E' tempo di dare risposte ai tanti territori che fino ad oggi hanno soltanto ricevuto annunci - spiega il segretario, che prosegue - La Lega ha avuto un atteggiamento responsabile. La Lega ha tentato addirittura di dare un contributo costruittivo. Ma le nostre risposte, che venivano dalla base, dalle tante piccole e medie imprese, dai lavoratori non sono state mai prese in considerezione. Ora non ci resta che manifestare pubblicamente la nostra rabbia e lo faremo il 2 giugno a Roma".

Proprio per questo, e proprio come il partito nazionale, Di Pinto è categorico: "La nostra provincia farà sentire forte la sua voce. Sono troppe le istanze disattese, le persone in attesa della pur minima risposta da parte dello Stato. Sono centinaia le aziende e gli imprenditori che sono stati lasciati soli e senza risposte da parte di un Governo che ha solo fatto annunci. E che è responsabile invece di moltissimi errori nella gestione della pandemia. Nei prossimi giorni - ha concluso Silviano Di Pinto - organizzeremo, nel rispetto di tutte le indicazioni di sicurezza, questo importante appuntamento politico fortemente voluto dal nostro segretario Matteo Salvini"