Un lenzuolo bianco esposto sulla facciata del palazzo comunale di piazza Roma, un flash mob con in testa il sindaco con la fascia tricolore e un minuto di silenzio alle 17.57, la stessa ora della strage di Capaci. Così questo pomeriggio il Comune di Aprilia ha voluto ricordare Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della scorta, uccisi nel 1992 in un attentato mafioso. Un'iniziativa che l'amministrazione comunale ha organizzato in occasione della Giornata nazionale della Legalità, raccogliendo l'invito del presidente dell'Anci Antonio Decaro.

Una cerimonia semplice che ha visto la presenza silenziosa del primo cittadino e delle altre autorità militari e civili in piazza Roma, proprio nel momento esatto in cui a Capaci, 28 anni fa, una bomba fece saltare in aria le auto dove viaggiavano Falcone con le moglie e la scorta. La cerimonia ha visto anche la presenza di un componente della banda musicale La Pontina - Città di Aprilia, il trombettiere Luca Corvitto, che ha intonato il silenzio.