A Latina, almeno nell'area del centrosinistra, il dibattito in vista delle elezioni comunali del prossimo anno, è già entrato nel vivo. La scorsa settimana il Partito democratico è uscito allo scoperto con un documento politico in cui si ribadiva l'alterità del Pd sia a Lbc sia al Centrodestra. Oggi la capogruppo del Pd, Nicoletta Zuliani, insieme a tre colleghe del movimento Latina Bene Comune, firma un altro documento, stavolta ispirato a una collaborazione tra forze politiche e civiche. Due delle altre firmatarie, Celina Mattei e Maria Grazia Ciolfi, sono infatti sì consigliere di Lbc ma anche esponenti di partiti come Italia Viva e Movimento 5 Stelle. La quarta firma è quella della giovane consigliere Valeria Campagna.

"Un Documento pensato e sottoscritto con le colleghe Consigliere Nicoletta Zuliani, Celina Mattei e Valeria Campagna per porre le basi di un futuro certo per la nostra Città che affondi le radici in valori condivisi, sensibilità comuni ed in una una visione di città sostenuta da una maggioranza forte ed aperta ad una Politica innovativa per il 2021" spiega in un post su Facebook Maria Grazia Ciolfi. Questo il testo del documento: "La vittoria di Coletta e LBC alle amministrative del 2016 ha rappresentato un netto cambio di rotta rispetto alla direzione in cui la città era proiettata: le inchieste giudiziarie e il sistema cristallizzato di una politica strettamente correlata a interessi economici e politici che piegavano o bypassavano la legge a scapito della collettività (partecipate governate da interessi privati, contratti, concessioni sempre a vantaggio del privato e fortemente onerose e svantaggiose per la collettività, edilizia fuori controllo) sono la certificazione che la città di Latina è stata usata e per ingrassare imprenditori e professionisti con il beneplacito dei politici che ingannavo i cittadini.

La città di Latina, la seconda città del Lazio dopo Roma, risulta decenni indietro rispetto a città delle stesse dimensioni per civiltà, adeguamento infrastrutturale, capacità di attrarre investimenti, costruzione di rete di servizi a sostegno delle imprese e capacità di fare sistema.

Ad un primo momento di assestamento e di rinnovamento deve ora seguire una nuova fase fatta di apertura, confronto e condivisione alla pari tra tutte quelle forze politiche, sociali e movimenti che si riconoscono nella stessa idea di città e che rappresentano valori e sensibilità comuni.

Vogliamo realizzare un campo che possa fare da "casa" a tutti quelli che non vogliono che Latina sprofondi di nuovo nel passato. La prospettiva che le forze politiche e i politici che hanno governato negli ultimi 20 anni possano approfittare della autoreferenzialità che genera frammentazione - e quindi debolezza - è una reale possibilità che dobbiamo assolutamente scongiurare. Crediamo che il dialogo tra le forze che rappresentiamo sia possibile e che questo possa costituire una base solida su cui partire per progettare, e soprattutto realizzare, la Latina che attragga studenti, imprese, lavoratori, ricercatori, finanziamenti, e che sia capace di offrire quel benessere che dà l'orgoglio di vivere nella città che ami".


Insomma, un dialogo tra le varie forze politiche che porti appunto alla creazione di una coalizione di Centrosinistra in vista delle comunali del 2021. Un'alleanza che vada dal Pd al Movimento 5 Stelle passando per Italia Viva e Latina Bene Comune.