È indirizzata al presidente Silvio Berlusconi, al vice ANtonio Tajani e ai coordinatori regionale e provinciale, Claudio Fazzone e Alessandro Calvi, la nota con cui il consigliere comunale Giorgio Ialongo ha annunciato la sua separazione da Forza Italia. Lo fa "con difficoltà", come dichiara lo stesso consigliere, che ha militato nel partito per ben 20 anni consecutivi, riconoscente per quanto condiviso con i colleghi, ma con l'amaro in bocca per quel cambiamento (soprattutto generazionale) che alla fine dei conti non ha visto.

Infatti, spiega il consigliere, "non ci sono stati segnali concreti e tangibili, nonostante il calo vertiginoso di voti nelle ultime elezioni e la fuga di moltissimi esponenti verso altri partiti". 

Eppure, Ialongo è chiaro: non lascerà la politica. E secondo indiscerzioni, il consigliere potrebbe essere vicino all'ingresso in Fratelli d'Italia.