Si fa sempre più caotica la situazione nella giunta Terra, alle prese con un rimpasto più complicato di quello che le previsioni della vigilia lasciavano presupporre. La verifica di metà mandato della coalizione non si è  esaurita con la nomina di Alessandro D'Alessandro alle Attività Produttive,  visto che allo stato attuale ancora non c'è un nuovo assessore all'Ambiente dopo la decisione di togliere  l'incarico a Michela Biolcati Rinaldi. Una revoca addirittura messa in discussione nelle ultime ore.

Il problema principale risiede nel rapporto tra il sindaco Antonio Terra e la lista Piazza Civica, l'alleato più forte in Consiglio comunale ma anche il più "scomodo" per il primo cittadino, vuoi forse per il loro recente ingresso (nel 2018) all'interno del progetto civico. Nell'incontro di martedì mattina tra il sindaco, il capogruppo Omar Ruberti e la coordinatrice di lista Monica Laurenzi non è emersa una quadratura del cerchio, visto che non è emerso il nome del sostituto della Biolcati Rinaldi.  Perciò il primo cittadino ha chiesto alla lista di assumere in maniera chiara una posizione, presentando un documento scritto nel quale illustrare le loro richieste, mettendo in stand by la posizione della Biolcati Rinaldi. «Ho chiesto a piazza Civica - afferma il sindaco - di presentare un documento, visto che la loro posizione degli ultimi giorni è diversa da quella due settimane fa  nella quale avevano messo in discussione tutti e due gli assessorati».

Un documento che piazza Civica ha prodotto  già martedì pomeriggio,  ribadendo la necessità di un avvicendamento nell'assessorato all'Ambiente. A  quel punto è stato il sindaco a prendere tempo e a rimandare la riunione, forse nel tentativo di convincere gli alleati a ripensare alla decisione e a "salvare" l'attuale delegata all'Ambiente. Michela Biolcati Rinaldi è infatti un esponente di lungo corso del progetto civico, un assessore scelto direttamente dal sindaco anche per la fedeltà dimostrata nel 2018, quando decise di rimanere in maggioranza dopo l'addio del suo movimento (Terzo Polo Aprilia Futura)  all'inizio della campagna elettorale. Una fedeltà ripagata con un assessorato pesante, grazie anche alle tante preferenze ottenute alle ultime amministrative. Piazza Civica però appare irremovibile: Michela Biolcati Rinaldi da tempo non gode più della fiducia del gruppo consiliare e perciò va rimossa. Questo è stato spiegato ieri pomeriggio nella riunione di maggioranza convocata con urgenza da Forum per Aprilia, un vertice nel quale sono stati affrontati i problemi di questa verifica di maggioranza. Il rimpasto infatti  potrebbe portare anche altri cambiamenti, come per esempio nell'assessorato all'Urbanistica. Cambiamenti che però dovranno passare prima da un colloquio chiarificatore tra Terra, Piazza Civica e gli altri alleati. Una condizione essenziale per permettere alla giunta di ripartire.