L'ex assessore all'Urbanistica, Salvatore Codispoti, si congeda dalla città di Aprilia auspicando che il percorso intrapreso in questi due anni non venga interrotto. L'architetto di Aprilia, che dal 2018 fino a pochi giorni fa ha ricoperto l'incarico, con signorilità si mantiene distante dalle divergenze tra il sindaco e Piazza Civica che hanno provocato il ritiro di due assessorati in giunta, ponendo invece l'accento sui risultati ottenuti in questi periodi. "Dopo due anni densi si è conclusa la mia attività di assessore di Aprilia. Per l'intensità – dice Codispoti - e la velocità con la quale si è provveduto all'avvicendamento non ho potuto rivolgere i saluti e i ringraziamenti che per quanto mi riguarda non sono retorici, ma collegati alla qualità delle esperienze che ho potuto vivere in questo lungo periodo di tempo. Ringrazio pertanto gli uffici, il direttore dell'Urbanistica e i direttori degli altri settori con i quali ho condiviso ogni atto del quale ho dovuto assumermi le responsabilità; il sindaco e i colleghi di giunta; il presidente ed I membri della Commissione Urbanistica e i Presidenti e membri delle altre commissioni consiliari; i consiglieri comunali che hanno condiviso e votato i provvedimenti quasi sempre all'unanimita'. I provvedimenti che restano un patrimonio per Aprilia e la sua amministrazione, frutto di lavoro leale condiviso con la lista Terra che ringrazio e che mi ha chiamato a svolgere il compito di assessore, attività che ho svolto con attenzione all'interesse generale della comunità di Aprilia e rispetto per i temi ambientali e della rigenerazione urbana e con un sempre presente riferimento verso le sue borgate alla luce anche delle esperienze che avevo maturato su queste materie a Roma. Auspico che i tanti progetti di riqualificazione ambientale e di rigenerazione che saranno prodotti in attuazione ai programmi finora approvati vedano, per il bene di Aprilia,la luce rapidamente per conseguire l'obiettivo del bene comune".