Tutto pronto, a Terracina, per la presentazione del candidato sindaco del Partito Democratico, Armando Cittarelli, unitamente alla lista di aspiranti consiglieri che lo sosterranno. L'evento è fissato per domani, 21 agosto 2020, a partire dalle 19 nell'anfiteatro dei giardinetti di via Bachelet. 

"Il centrodestra di Procaccini e quello prima ancora di Nardi non sono stati all'altezza del ruolo assegnato dai nostri cittadini - hanno fatto sapere dal Pd, con una nota firmata dal segretario Daniele Cervelloni -. Sono aumentate le disparità sociali e la città si è generalmente impoverita determinando uno scollamento tra le realtà territoriali. Tutto ciò ha determinato un arresto del suo processo di crescita che in quest'epoca è sinonimo di arretramento e declino. Per questo motivo, riteniamo che Terracina non meriti la semplice normalità da altri avanzata, bensì di recuperare coraggio e i rinnovata voglia di pensare ad un futuro migliore".

Ed ecco, dunque, le proposte: "In questo senso, riteniamo importante definire un percorso di sviluppo coerente con le sue aspettative e le sue potenzialità; una crescita improntata al progresso attraverso la creazione di un 'Piano strutturale comunale' in grado di
definire coerentemente un modello di crescita ordinato, consapevole e soprattutto sostenibile, eliminando di fatto le disparità sociali e territoriali createsi in questi anni, rivitalizzando le energie economiche cittadine ed affermando un modello di sostenibilità reale che coniughi l'interesse individuale e collettivo con il rispetto dell'ambiente e del territorio. Occorre uscire dalla situazione di stagnazione generatesi in questi ultimi venti anni a causa di scelte estemporanee e prive di visione d'insieme, restituendo alla politica il suo compito fondamentale, che non è quello di seguire i percorsi personali di carriera legati per lo più alla ricerca del facile consenso ma, al contrario, di consegnare ad essa il compito, la responsabilità ed il potere di cambiare la vita (in meglio) dei propri cittadini attraverso l'innovazione e la maggiore preparazione della sua classe dirigente".