Poco fa il sindaco di Cisterna di Latina, Mauro Carturan, al termine di una lunga seduta di Consiglio comunale, ha revocato le deleghe di tutti gli assessori, eccezion fatta per quelle di Vittorio Sambucci e Simonetta Antenucci.

Le ragioni della scelta sono state spiegate dallo stesso primo cittadino dopo una riunione di maggioranza: «Questa amministrazione comunale deve trovare una compattezza e una unità di intenti che ad oggi non c'è. Al giro di boa amministrativo occorre ripartire con il giusto entusiasmo e, soprattutto, riportare la politica e la rappresentanza cittadina al ruolo centrale che le compete. Saranno quindi azzerate le cariche assessorili mantenendo come assessori soltanto Vittorio Sambucci e Simonetta Antenucci, oltre naturalmente al presidente del Consiglio comunale Di Cori, incarico questo che non dipende da me. Restano queste persone perché risultano tutte elette nelle loro liste. Per gli altri incarichi assessorili, ogni gruppo di maggioranza sarà invitato a indicare come assessori il proprio attuale capogruppo o comunque un consigliere comunale eletto sempre scelto da me. Qualora la maggioranza non accogliesse questo mio invito, sarò costretto a formare una Giunta completamente 'del sindaco' fatta di persone di mia fiducia capaci di rispondere alle esigenze dei cittadini e completare il programma elettorale. Lo farò provando a coinvolgere tutte le forze politiche moderate della città, perché in questo momento più che mai occorre coesione e completa comunità d'intenti per amministrare bene».