"Fratelli d'Italia voterà no al decreto legge con cui il governo estende fino al 31 gennaio lo stato di emergenza. Siamo contrari perché rigettiamo la logica dell'atto dovuto, dove si rincorre l'emergenza piuttosto che gestirla. Da gennaio ad oggi il governo ha potuto contare su poteri eccezionali, ma non li ha utilizzati per combattere il virus ma solo per imporre divieti e restrizioni". Lo ha detto il senatore di Fratelli d'Italia, Nicola Calandrini nel corso della sua dichiarazione di voto sul decreto legge in materia di misure di contenimento al Covid

"Il Sistema sanitario nazionale non è stato migliorato, così come quello dei trasporti. Per non parlare della scuola. Il governo dovrebbe spiegare perché finora le risorse che ha avuto a disposizione sono state spese male e senza un piano programmatico. Come ha evidenziato più volta la nostra leader Giorgia Meloni serviva una strategia politica per uscire da questa situazione".

"La vera emergenza del paese è il governo che si è mostrato inadeguato ad affrontare la pandemia pur avendo a disposizione 100 miliardi, esperti e task force. Ma di tutto ciò che andava fatto, è stato realizzato poco o nulla, tanto che siamo nella stessa condizione in cui eravamo a maggio. Noi vorremmo costruire una prospettiva per questo paese, oggi dobbiamo affrontare l'emergenza ma dobbiamo decidere cosa essere dopo questa fase pandemica, dobbiamo cambiare gli scenari altrimenti li ripeteremo fino a che non arriverà il vaccino ma a quel punto dell'Italia avremo solo macerie".