Sul caso Norcia interviene il vicesindaco di Terracina Pierpaolo Marcuzzi, che prova a mettere la parola fine a questa vicenda della mancata nomina a vicepresidente del Consiglio comunale per la consigliera della Lega.

"Innanzitutto, non c'è stata alcuna indicazione da parte della Lega relativamente al nome di Sara Norcia per l'elezione del vice presidente del Consiglio Comunale. Né vi è stato alcun incontro preparatorio. Di questo sono certo, avendone parlato anche con il sindaco Tintari e con gli altri colleghi della maggioranza consiliare. Una maggioranza di cui Fratelli d'Italia è parte importante, dato che è il gruppo politico più numeroso ed esprime 6 consiglieri su 16, ma non è mica l'unico gruppo politico. Non si capisce quindi perché la consigliera Norcia se la prenda esclusivamente con Fratelli d'Italia.

Aggiungo che forse la consigliera non ha fatto bene i conti; infatti c'è stato anche qualcuno della minoranza che ha votato per la consigliera Feudi, avendo lei preso 17 voti su 23. D'altra parte, neanche voglio sfuggire al tema politico e come al solito voglio essere franco e trasparente: se la Lega avesse proposto il nome della Norcia, avremmo risposto loro di indicarci un altro nome. Perché nessuno di noi ritiene la consigliera Norcia una persona equilibrata e all'altezza del ruolo di vice presidente dell'Aula consiliare.

I toni da lei tenuti nel dibattito politico pubblico e privato, prima e dopo l'uscita da FDI, sono sempre stati sguaiati ed irrispettosi nei confronti di tutti. A differenza di un collega come Luca Caringi, che pure avendo lasciato il nostro partito in maniera traumatica ed avendo un passato in FDI di ben altro peso e storicità rispetto alla Norcia che vi era entrata da poche settimane, mai è trasceso nelle parole e nei comportamenti.

Quindi, dovendo l'elezione del vice presidente del Consiglio rappresentare un momento di unità, indipendentemente dai colori politici, avremmo comunque preferito alla Norcia altri consiglieri dell'opposizione.

Di sicuro abbiamo stima della consigliera Alessandra Feudi e la riteniamo una persona adeguata al ruolo per il quale è stata votata da tutti noi. Riteniamo che, sia in maggioranza che in minoranza, ci sia bisogno di persone disponibili a dare una mano alla città. Terracina affronta un periodo difficilissimo a causa dell'emergenza Covid-19 e non ha bisogno di una eterna campagna elettorale, ma di lavoro e di serenità. Noi ce la metteremo tutta".