Dopo  più di un anno tutto tace, nonostante le varie sollecitazioni nei riguardi dell'amministrazione comunale, rispetto alla proposta portata  avanti dai giovani di Fratelli d'Italia di realizzare un campo di calcio  per i  quartieri  Q4 e Q5, Nell'ottobre del  2019, infatti,  il direttivo di  Gioventù Nazionale Latina  ha  presentato ufficialmente il progetto per la realizzazione  di un campo di calcio  a 11 regolamentare  per tali quartieri. Dopo la  raccolta  firme,  che ha visto  più  di  400  cittadini  schierarsi a favore dell'iniziativa  tra cui i comitati di quartiere e l'associazione Movimento Latina,  il progetto è stato presentato  direttamente  al Sindaco Damiano Coletta e all'Assessore  ai Lavori Pubblici  Emilio  Ranieri. In quell'occasione entrambi avevano manifestato  entusiasmo per l'opera e il servizio che si sarebbe  potuto  offrire  alla cittadinanza dei quartieri più grandi della città. 

Va ricordato che, già in precedenza, le passate amministrazioni comunali avevano preso accordi con la parrocchia del quartiere per la realizzazione della struttura; non rimane quindi che dare seguito al progetto.

Inoltre l'area individuata, di fronte l'istituto comprensivo Don Milani e all'interno dell'area verde, ben si sposava anche a livello logistico avendo a disposizione un grande parcheggio e la vicinanza della scuola. 

"Da quell'incontro non abbiamo avuto più nessuna notizia sull'opera. Il coronavirus ha sicuramente rallentato tutti i progetti e le opere in essere, ma questo non può diventare una scusante per tutto. Nel corso di queste settimane infatti, proprio nell'area individuata, è stata realizzata un'area di sgambamento cani, opera utilissima per la comunità ma che poteva essere posta in un'altra area visti i grandi spazi dei quartieri in questione o, comunque, integrarsi con la struttura sportiva - commenta il portavoce comunale di Gioventù Nazionale, Fabrizio Almanza - Ci domandiamo allora:  l'amministrazione  intende proseguire con il progetto  e dare priorità al campo di calcio?  Darà seguito all'interessamento dimostrato o con l'area di sgambamento cani il campo di calcio non potrà più sorgere li? Noi e le associazioni di quartiere attendiamo una risposta dal Comune".