"La vicenda che ha portato al rinvio a giudizio del sindaco Coletta presso la Corte dei conti per la vicenda inerente il parco Vasco de Gama e il relativo finanziamento europeo è a nostro parere il simbolo di una chiara mancanza di visione politica e amministrativa di questa giunta. Una vicenda che tocca il sindaco e il direttore generale Rosa Iovinella che prima di procedere al recupero dell'area hanno lasciato trascorrere inutilmente quasi tutta la legislatura a loro disposizione privando di fatto la città di un'area importante per la socialità e per gli spazi dedicati al verde pubblico", questa la nota del coordinatore della Lega Latina Armando Valiani.

"Oltre al danno per i cittadini che non hanno mai visto attivata la gestione di un progetto che doveva rivitalizzare la marina di Latina vediamo però concretizzarsi la beffa di un parco costato quasi un milione di euro e che doveva essere finanziato con fondi europei che non ha mai soddisfatto le condizioni per cui quel finanziamento doveva essere erogato.Ma al di là degli aspetti contabili, quello che ci preoccupa è la mancanza di visione di questa amministrazione del sindaco Coletta che ha preferito voltarsi dall'altra parte come ha spesso fatto davanti alle questioni che hanno riguardato la nostra città. La politica è invece esattamente l'opposto di quanto fatto in questi cinque anni da Coletta, la politica è la capacità di assumersi la responsabilità delle scelte e portarle fino in fondo per il bene comune. Aspettare che i problemi si risolvano da soli senza dare indirizzi ai propri uffici o ai propri dirigenti è il modo migliore, portato avanti da Coletta, per non assumersi alcuna responsabilità. Un modo di amministrare che non serve e che in questi anni ha portato i risultati disastrosi che sono sotto gli occhi di tutti i cittadini di Latina".