Coppa del Mondo di Canottaggio, in consiglio i dati sulle spese già sostenute per la tappa e non solo. La richiesta di convocazione dell'assise era stata presentata dai consiglieri di opposizione Massimo Celebrin, Pasquale Capriglione, Giovanni Secci ed Enzo Di Capua e la discussione è arrivata, aperta da un intervento dell' assessore Macale che ha relazionato dati alla mano, sulle spese relative l'importante evento sportivo.

"Non ci sono segreti o atti nascosti, tantomeno c'è la volontà di ignorare le richieste di delucidazione da parte dei consiglieri di minoranza – ha commentato il presidente del coniglio comunale Bonetti – Ogni deliberazione assunta dagli organi comunali è facilmente consultabile sull'albo pretorio del Comune e presso gli Uffici competenti e ogni consigliere ha facoltà, nell'ambito della propria autonomia e nell'esercizio del proprio mandato, di esercitare il diritto alla visione dei documenti predisposti o adottati dall'Ente. Premesso ciò siamo stati ben felici di comunicare alla cittadinanza, nella massima condivisione, il percorso intrapreso e tutto ciò che è stato fatto e si sta facendo per fare di Sabaudia location d'eccellenza per le competizioni sportive internazionali".

"Questa Amministrazione ha voluto puntare molto sullo sport perché ritiene il territorio meritevole di essere annoverato tra i campi di gara a livello internazionale, sia per le caratteristiche geomorfologiche e naturalistiche, sia per le strutture presenti. Non a caso è da tempo attenzionato dalle nazionali estere per gli allenamenti ed è divenuto punto di riferimento per il canottaggio e sede della nazionale italiana. Grazie alla Coppa del Mondo e agli altri eventi che seguiranno Sabaudia si certificherà quale campo di gara internazionale. Basta pensare che nel nostro Paese sono solamente due le location idonee a simili competizioni: Piediluco (sede della Federazione Italiana di Canottaggio) e Varese. A queste ora si aggiunge anche Sabaudia, che è di fatto il campo di gara più a sud d'Europa, grazie all'importante percorso intrapreso da questa Amministrazione che ha creduto, con coraggio e lungimiranza, ad un progetto ambizioso, oggi divenuto fiore all'occhiello per l'intero territorio regionale", ha sottolineato l'assessore Sartori.

Inoltre, tutti gli interventi strutturali realizzati e gli impegni presi in occasione della competizione del 2020 non andranno perduti: tutto il lavoro svolto e gli investimenti realizzati finora saranno traslati per l'evento di giugno 2021 e per gli altri che seguiranno. Lo stesso campo di regata potrà essere utilizzato anche per le competizioni della canoa.