"In Consiglio comunale abbiamo dato l'ok alla variante puntuale su un impianto sportivo sulla Litoranea. Una scelta di responsabilità, da parte dell'opposizione, perché su urbanistica e sport rimangono le gravi colpe dell'attuale amministrazione". Così in una notail consigliere comunale Giovanna Miele (Laboratorio Identità Futuro), in merito al via libera per la variante urbanistica per l'insediamento sportivo di via Cioccatelli, attualmente in zona agricola.

"Purtroppo ancora una volta va fatta una puntualizzazione di carattere politico. Dopo 5 anni intervenire con una variante puntuale doveva essere l'ultima ratio. Soprattutto perché Lbc ha sempre sostenuto che bisogna dare a tutti le stesse condizioni di partenza. E qui ancora oggi si nota l'assenza di una pianificazione urbanistica per la città. Un settore che non riesce a dare risposte. Il tutto ancora maggiormente penalizzante per il settore sportivo. Da anni c'è una difficoltà per le strutture sportive e per l'impiantistica in generale, che viene denunciata da operatori e anche da noi, consiglieri comunali. Una situazione rispetto alla quale né l'amministrazione né la maggioranza rappresentata da Latina Bene Comune, ha dato fino a oggi una risposta.
Come sull'urbanistica, anche sulle politiche sportive manca una pianificazione e un progetto valido. Il privato che beneficia di questa variante ha fatto certamente un percorso corretto ma questo non toglie che altre realtà simili sono bloccate a causa dell'incapacità dell'amministrazione comunale. Ieri Coletta in Consiglio comunale ha detto di essersi dedicato ad altre emergente e priorità per l'amministrazione. Non ho capito a cosa si riferisca il sindaco. Perché purtroppo le tante questioni denunciate già durante la scorsa campagna elettorale, sono rimaste invariate. Se sono iniziati dei percorsi di recupero o di soluzione, per quanto ne sappiamo, sono ancora in itinere o peggio si sono bloccati".