Arriva un altro sostegno alla probabile candidatura a sindaco di Gianluca Taddeo. Augusto Ciccolella è pronto a presentare una propria lista "Anima popolare" nella prossima tornata elettorale che dovrà rinnovare il Consiglio comunale di Formia. E questo raggruppamento darà il proprio appoggio all'aspirante primo cittadino proposto da Forza Italia.
«Mi è stato chiesto di candidarmi al Consiglio comunale e non ho potuto sottrarmi da questo impegno, perchè sono sempre stato in prima linea per questa città. Ho dei riferimenti politici che in questi anni mi hanno mostrato vicinanza, ma soprattutto hanno lavorato bene per la comunità - ha motivato così la sua decisione di scendere in campo -. In questa tornata elettorale sosterrò il candidato sindaco Gianluca Taddeo».


Una candidatura a primo cittadino che per il momento è ancora tutta da definire. E' stata la proposta di Forza Italia, ma il partito sta lavorando con altre forze politiche per la formazione di una coalizione di centrodestra. Oltre a FI, anche Fratelli d'Italia e "Formia con te" nelle passate settimane hanno siglato documenti insieme sui punti programmatici che dovrebbero poi essere presentati agli elettori. Questo raggruppamento di centrodestra però ha anche un altro possibile candidato sindaco ovvero Gianfranco Conte che da tempo sta lavorando al riguardo. Chi - tra Taddeo e Conte - farà il passo indietro in nome dell'unità del centrodestra?

Ci sarà ancora tempo per decidere visto che si voterà ad ottobre. D'altro canto anche nell'altro schieramento trasversale - formato da Maurizio Costa ed il suo gruppo Ripartiamo con Voi, dall'ex sindaco Sandro Bartolomeo e dalla Lega - è ancora tutto da definire. Il possibile candidato di questo gruppo trasversale è Amato La Mura. Qui la partita sull'aspirante primo cittadino dovrebbe essere chiusa, anche se resta l'incognita simboli. Rimane ancora un rebus se ci sarà il simbolo della Lega, così come resta anche da definire il ruolo del Pd. Quest'ultimo infatti sta vivendo una divisione interna tra coloro che sono convinti del gruppo trasversale e coloro che invece credono che una coalizione di centrosinistra possa rappresentare un'alternativa in questa città. Il dibattito interno è solo all'inizio e bisognerà attendere per conoscere l'ufficialità delle prese di posizione.