E' il presidente del Consiglio Mario Draghi a mettere la parola fine alla polemica attorno al sottosegretario all'economia Claudio Durigon. Il parlamentare pontino è nella bufera da giorni a causa di un video ripreso da una telecamera nascosta durante il quale Durigon pronuncia la frase incriminata secondo cui il generale della Finanza che indaga sulla Lega, in quel posto di comando ce lo aveva messo il Carroccio medesimo. 

Draghi ha difeso Durigon rispondendo al question time oggi alla camera su interrogazione di un parlamentare del Gruppo Misto.  "La Procura di Milano – ha detto – il 29 aprile ha confermato piena fiducia ai militari della Guardia di finanza, evidenziandone la professionalità, il rigore e la tempestività negli accertamenti loro delegati". Inoltre "i reparti della Finanza che hanno svolto le attività investigative" in questione "sono comandati da ufficiali con il grado di colonnello, nessun ufficiale generale ha svolto ruoli direttivi nelle investigazioni oggetto dell'interrogazione". Insomma, su Durigon, per Draghi, il caso è chiuso.