Si riuniranno domani, alle 17:30 presso l'Evergreen a Latina, le "6.000 Sardine" di Latina, promotrici di un appuntamento che vedrà tra i relatori Mattia Santori, fondatore e portavoce del movimento. 

L'incontro, moderato dalla giornalista Anna Scalfati, si pone l'obiettivo di aprire un primo momento pubblico di discussione su tre temi in particolare: diritti, cultura e welfare e di farlo mettendo al centro collettività è partecipazione.

"La prossima competizione elettorale -nonostante lo slittamento causato dall'emergenza Covid non è poi così lontana - dichiara Anna Claudia Petrillo - Crediamo sia fondamentale mettersi a servizio di un progetto unitario ed inclusivo  che sia argine e valida alternativa. Ci troviamo ad un bivio, quindi abbiamo davanti due scelte: quella di lasciarci trascinare passivamente dalla corrente o quella, più difficile, ma anche più avvincente, di avere il coraggio di creare dei luoghi d'incontro e discussione nei quali dibattere sul tempo che stiamo vivendo, sulla nostra città, il suo futuro, le sue necessità. Siamo convinti che ci sia ancora spazio per la passione, per l'agire politico finalizzato al bene comune, per il territorio e le persone. Insomma, per un ‘idea di "popolo", inteso come comunità di valori e riscatto, e non di passivi e ricattabili soggetti condizionati dai bisogni. Il desiderio è tentare di costruire - tutti insieme - una proposta autorevole che sia frutto di un dibattito sincero e leale attorno all'unità, ai processi collettivi insieme alla coalizione che, a differenza di altre realtà in cui sono in atto lotte intestine e rituali nominifici, abbiamo la fortuna di avere. La democrazia è un concetto astratto se non la si difende costantemente nella sua sostanza. La democrazia non si predica: si pratica!".