Coletta in crescita nel gradimento dei cittadini e i partiti del centrodestra nettamente più bassi nel quadro delle intenzioni di voto da parte dei cittadini. Sono questi due dei punti che impensieriscono maggiormente Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia perché sono elementi emersi da un sondaggio commissionato proprio dal centrodestra.
Le interviste, 600 totali, sono state effettuate la scorsa settimana e il risultato non è stato per nulla piacevole. «Rispetto al sondaggio realizzato a febbraio 2021 - si legge nella parte dei risultati forniti dai sondaggisti - il giudizio positivo nei confronti del sindaco uscente Coletta, risulta essere più alto di tre punti percentuali, passando dal 48% al 51%, ovvero la maggioranza dei cittadini, seppur appena raggiunta. Il trend di apprezzamento dell'amministrazione uscente, risulta in lieve ma costante aumento dal 2020. E' probabile che l'aumento del gradimento sia legato alle azioni effettuate in questo periodo riguardo due degli aspetti che – come visto in precedenza – erano fortemente criticati: manutenzione stradale e nettezza urbana. Sono state raccolte verbalizzazioni, infatti, anche tra gli elettori di centrodestra, sembrerebbero indicare questa direzione. Ad esempio: "Dopo dieci anni hanno riempito quella maledetta buca in strada sotto casa mia" "Da un paio di mesi il camion [della spazzatura] passa tutti i giorni" "Meglio tardi che mai".
Altro tassello preoccupante, per il centrodestra, sono le intenzioni di voto ai partiti. «Il voto ai partiti nazionali del centrodestra, rilevato a Latina, appare inferiore da quello rilevato nel resto del Paese dai principali istituti demoscopici: Lega 17,5%; Fdi 14,8; Fi 3,8%. A livello locale, l'operato degli stessi partiti viene giudicato non positivamente. Gli elettori che dichiarano il voto alla Lega, in caso di elezioni nazionali, giudicano l'attività della Lega locale solo al 34% molto o abbastanza positiva. Fdi, tra gli elettori di Fdi, 28%; Fi 29%, tra gli elettori di Fi». I sondaggisti spiegano: Le motivazioni di questa forte differenza, sono probabilmente da ricercare nel non aver ancora definito il candidato di coalizione e nella non favorevole situazione dei partiti di centrodestra a Latina, come anche apparso più volte sui media. Di seguito alcune verbalizzazioni chiarificatrici, in tal senso: "Se candidano uno del loro giro, questa volta non vado proprio"; "Ci vuole uno serio, che sappia far funzionare la città, piuttosto ci teniamo quello che c'è, sarà comunista ma almeno ha l'esperienza di cinque anni" "Sono sempre a litigare, come fanno ad amministrare?" "A Latina la destra ha rubato più della sinistra"». Non proprio il miglior viatico per il centrodestra, che oltre a trovare un candidato sindaco dovrà anche mostrare un sostanziale rinnovamento delle proprie liste.