"La comunità del PD di Latina ha appreso da un comunicato alla stampa dell'uscita di Nicoletta Zuliani dal Gruppo del PD in Comune e del suo ingresso nel Gruppo Misto. È una scelta che può aver sorpreso molti ma che non era del tutto inaspettata. Le ultime uscite pubbliche promosse da Nicoletta e alcune prese di posizione lasciavano intuire che stesse maturando una scelta simile. Una scelta che non condividiamo perché pensiamo che sia sbagliata nel merito e che manchi di generosità verso gli iscritti, i militanti e gli elettori del PD che stanno affrontando con determinazione, coraggio e spirito innovativo una fase per noi oggettivamente delicata".  È quanto dichiarano Matteo Mauri, Commissario PD provinciale di Latina e  Franca Rieti, Segretaria Cittadina PD Latina e Stefano Vanzini, Vicesegretario cittadino PD Latina.

"Così come siamo convinti - proseguono - che la scelta di sostenere il Sindaco Coletta, che è maturata progressivamente, sia quella giusta per rappresentare i valori e gli obiettivi della comunità democratica e del mondo del centrosinistra. Nell'interesse della città e dei cittadini tutti. Tanto più di fronte a un passaggio elettorale che sarebbe un errore dare per scontato. Il PD sarà protagonista con il proprio punto di vista e con proposte concrete per fare ancora di più e meglio. Lo spirito che siamo sicuri anima anche lo stesso Sindaco Coletta. Il modo migliore con cui il Partito Democratico farà tutto questo, in relazione anche ad altre forze politiche e a realtà attive nella società, lo decideremo insieme facendoci guidare dalla politica. E lo faremo perseguendo sempre l'unità di intenti e la condivisione interna. Dispiace che non si sia sentita nemmeno l'esigenza, prima delle dimissioni, di aspettare la riunione del Direttivo cittadino di Latina di Lunedì per affrontare insieme e a viso aperto le diverse questioni aperte. La riteniamo una mancanza di rispetto immeritata verso le donne e gli uomini che animano il PD. Le competenze e le energie positive all'interno dei democratici di Latina sono tantissime e verranno valorizzate al massimo, sia nel passaggio elettorale che in prospettiva futura".

"Non condividiamo la scelta personale della consigliera Zuliani, ma non possiamo che rispettarla e prenderne atto. Vogliamo sperare che non si traduca in una candidatura sotto altre insegne e con finalità contrapposte a quelle della comunità a cui proviamo con tutte le nostre forze a dare voce e che è stata, fino a ieri, la sua stessa comunità.

Il Partito Democratico - concludono Mauri, Rieti e Vanzini - sta affrontando questa fase difficile a testa alta, consapevole del proprio compito e deciso a dare il meglio di sé. Ci siamo posti obiettivi ambiziosi e li raggiungeremo utilizzando le tante qualità e forze di cui disponiamo".