"Domani in Consiglio Comunale presenteremo una mozione relativa alle comunità energetiche e di autoconsumo collettivo, ossia comunità di cittadini, PMI, con la partecipazione anche di Enti locali, per la produzione, l'autoconsumo ed anche la possibilità di stoccaggio e cessione di energia prodotta da fonti rinnovabili. L'obiettivo è quello di rendersi autonomi energicamente utilizzando solo approvvigionamenti da fonti rinnovabili, ridurre i costi in bolletta e supportare i concittadini in condizione di povertà energetica. La mozione nasce da un'istanza che abbiamo ricevuto dal gruppo M5S Latina per nome del Portavoce Gianluca Bono e volta a chiedere al Sindaco ed alla Giunta la promozione nel nostro territorio comunale della creazione di Comunità energetiche e di Autoconsumo collettivo, con il coinvolgimento dei cittadini residenti e l'impiego di aree o edifici di proprietà comunale". Così in una nota il consigliere comunale Maria Grazia Ciolfi.

"In particolare si chiede di sostenere prioritariamente le forme di configurazioni che generano benefici diretti con la riduzione dei costi in bolletta per i cittadini con maggiore disagio economico che ricadono, o rischiano di ricadere, nella condizione di povertà energetica, considerando che l'Italia si colloca alla 19° posizione su 28, tra i paesi membri dell'Unione Europea, nell'indice europeo di povertà energetica 2019, un dato tutt'altro che rassicurante su cui è obbligo della politica intervenire, a partire dalle realtà locali. Si chiede inoltre di assicurare, anche attraverso la creazione di un apposito sportello o centro informazioni, la messa a disposizione dei cittadini delle informazioni necessarie a promuovere la creazione di comunità energetiche e sistemi di autoconsumo collettivo, strumento ancora poco conosciuto poiché la normativa è stata adeguata per consentirne la realizzazione, solo dal febbraio 2020, grazie ad un importante lavoro portato avanti dai parlamentari del M5S, dapprima europei e poi nazionali. Le comunità energetiche e di autoconsumo collettivo sono state riprese anche all'interno del PNRR, che prevede lo stanziamenti di fondi proprio per gli Enti Locali affinché si adoperino per la diffusione di questi strumenti, importanti proprio per la doppia valenza, sia ambientale, rappresentando un ulteriore passo in avanti verso l'obiettivo decarbonizzazione, sia sociale, perché mirano a prevenire e ridurre la condizione, purtroppo sempre più diffusa soprattutto nella crisi post covid, di povertà energetica. Per tale ragione auspichiamo che l'importanza della mozione venga compresa da tutte le forze politiche, al di la del colore di appartenenza e che possa essere approvata all'unanimità, per il futuro del nostro territorio e affinché la nostra città possa diventare un esempio virtuoso per le altre realtà locali".