Confusione preoccupante. Così Givoanna Miele, che per lunghi periodi è stato il nome "caldo" per il candidato sindaco di Latina per il centrodestra, definisce la situazione attuale dell'attuale coalizione politica all'opposizione della città. La consigliera comunale di Laborio Identità e Futuro affida i propri dubbi ad una nota stampa: "Il quadro di confusione che emerge rispetto alla proposta politica da offrire alla città per le amministrative 2021 è preoccupante. Il nostro gruppo ha lavorato alacremente In questi anni per offrire un programma, una visione e una speranza, affinché la nostra Latina possa avere la dignità che merita come città capoluogo di una provincia ricca e bellissima. Professionisti, politici, tecnici, cittadini, movimenti civici hanno contribuito alla stesura di un programma chiaro e costruito sulle esigenze reali ed attuali della nostra comunità che non vediamo l'ora di condividere.
Dobbiamo portare Latina fuori dal'isolamento che vive attraverso azioni concrete ed immediate che possano riavviare un'economia ormai fortemente compromessa anche da scelte sbagliate o non fatte. Non possiamo continuare a fare politica solo per ruoli, poltrone , o vendette; abbiamo il dovere e il diritto di appassionarci e appassionare nuovamente le persone alla politica, perché altrimenti ci mortificeremmo noi stessi per primi. Per il mio gruppo la questione non è Miele sindaco o altri sindaco. Il nostro sostegno al Centrodestra è possibile solo se le scelte di candidature e programma saranno improntate verso il domani, costruendo da oggi. Siamo convinti che l'unità delle forze di Centrodestra, dei partiti e delle civiche che fanno parte dell'area sia una priorità, ma per raggiungerla servono obiettivi comuni, servono contenuti e soprattutto confronti reali. Il centrodestra esiste solo se connotato da queste caratteristiche . Dopo i disastrosi 5 anni dell'amministrazione Coletta, i cittadini di Latina vogliono voltare pagina ma non per tornare indietro di vent'anni. Per questo crediamo opportuno che nelle prossime ore i partiti del centrodestra convochino una riunione a Latina con tutte le forze degli schieramenti, che metta fine al balletto delle candidature e trovi una sintesi chiara e convincente per fare alla città una proposta seria in vista delle comunali del 3 e 4 ottobre prossimi. Ma è chiaro che se così non fosse ognuno sarà libero di fare le scelte che meglio ritiene opportune per la nostra amata città".