La mail con cui il presidente di Abc Gustavo Giorgi ha veicolato l'intervento a favore di Coletta, del coordinatore nazionale di Europa Verde Zaratti, ha provocato un vespaio. Il candidato sindaco di Solidarietà sociale Sergio Sciaudone chiede le dimissioni di Giorgi e contestualmente l'annullamento del concorso per l'assunzione di 45 autisti bandito da Abc Latina. Un tema, quest'ultimo, sul quale puntano il dito anche Andrea Marchiella e Matilde Celentano, consiglieri comunali di Fratelli d'Italia. E l'intero centrodestra definisce Abc «un comitato elettorale a servizio di Damiano Coletta».

L'affondo di Sciaudone
« Che dietro il comunicato di Zaratti ci fosse una mano latinense era palese, ma che l'operazione screditamento partisse dal vertice dell'Abc è una cosa gravissima - commenta il candidato sindaco di Solidarietà sociale - Gustavo Giorgi ha travalicato quelli che sono i suoi compiti, se voleva fare politica poteva fare a meno di farsi nominare presidente dell'azienda. Lbc ha dimostrato da subito di non avere ben chiara la divisione dei ruoli e il funzionamento delle istituzioni, blindando il consiglio comunale rendendolo mero alzatore di mano e snaturandolo del ruolo propositivo, ci sono consiglieri di cui non conosciamo neanche la voce, ma qui siamo al teatrino dell'assurdo. Alla luce di quanto è emerso potrebbe essere anche fraintesa la tempistica del concorso dell'azienda Abc per i posti di autista, che ha come termine per la presentazione della domanda il 30 settembre, pochi giorni prima delle elezioni, chiediamo quindi, ripetiamo, onde evitare spiacevoli dietrologie e illazioni la sospensione del concorso e le dimissioni di Giorgi».

Il Centrodestra: «Abc un comitato elettorale per Coletta»
«Abc, finanziata con i tributi dei contribuenti e dunque patrimonio dei cittadini di Latina, è stata trasformata nel comitato elettorale del sindaco Damiano Coletta? E' ancora più inaccettabile il silenzio del primo cittadino, a cui fa seguito l'arroganza del presidente del CdA, Gustavo Giorgi, che né chiede scusa né pensa di fare un passo indietro». Lo affermano, in una nota congiunta, Lega, Fratelli dItalia, Forza Italia, Udc, Cambiamo e Rinascimento con Sgarbi. «Non bastasse, una pianificazione aziendale puntuale avrebbe spinto un'amministrazione lungimirante ad anticipare il concorso per 45 autisti, in scadenza il 30 settembre a pochi giorni dalle elezioni comunali, indetto da Abc. Latina sarebbe stata risparmiata dal caos rifiuti e, forse, non ci saremmo trovati in questa situazione. Immaginiamo se il concorso fosse stato indetto con queste modalità e scadenze ai tempi di Latina Ambiente sotto la guida del centrodestra…»', concludono i partiti.

Marchiella e Celentano: "Concorso da fermare"
Sempre sul tema concorso di Abc, i consiglieri di Fratelli d'Italia Andrea Marchiella e Matilde Celentano aggiungono: «Hanno messo a bando in questi giorni un concorso di assunzione di 45 autisti per guidare i mezzi di Abc per la differenziata porta a porta. A poche settimane dall'appuntamento con le urne hanno annunciato ai quattro venti questa opportunità, pubblicando il tutto sul sito del Comune e su quello di Abc. Ci chiediamo se non fosse meglio farlo nei mesi scorsi o attendere l'autunno per questa iniziativa, magari restando fedeli a quell'ideale di legalità e trasparenza che piace tanto a Lbc. Questo bando ha tanto l'aria dello slogan elettorale, tanto per guadagnare qualche voto».