Manca poco più di un mese al voto e il Centrodestra di Latina ha iniziato la propria campagna elettorale di rincorsa, dopo aver scelto il candidato sindaco Vincenzo Zaccheo solo nella prima settimana di agosto. Un accordo sul quale però non ci sono ancora tutte le forze schierate, in quanto la febbrile trattativa ha portato evidenti strascichi. La coalizione sta infatti provando a recuperare il gruppo della consigliera comunale Giovanna Miele, che è stata per diversi mesi il nome prediletto della Lega. Per questo siamo andati a chiedere al coordinatore regionale del Carroccio Claudio Durigon qual è la situazione.

Claudio Durigon, siamo a 45 giorni dal voto e il Centrodestra deve di fatto recuperare il tempo perso prima di arrivare all'intesa sul candidato sindaco?
La Lega con tutto il suo coordinamento sta lavorando alacremente per contribuire alla stesura finale del programma elettorale. Sono mesi che ci si confronta nel suo interno sui temi necessari a dare risposte chiare e concrete alle esigenze della città e siamo convinti che Latina finalmente avrà la sua rivincita sociale ed economica.

A cosa si riferisce in particolare?
Sicuramente diventerà centrale lo sviluppo della sua economia per offrire opportunità ad operatori ed investitori ma soprattutto ai tanti giovani della città che chiedono opportunità lavorative. A tal proposito non potremo prescindere dalla realizzazione delle opere infrastrutturali strategiche per lo sviluppo della città, e mi riferisco alla tangenziale nord e alla mare monti.
Lei ha insistito molto sul rinnovamento della classe politica in città, poi cosa è successo?
La Lega punta decisamente al rinnovamento della classe dirigente e non cambia la propria linea, del resto la ratio con la quale si sta procedendo nella scelta della lista elettorale ne sarà una evidente conferma. Nei mesi scorsi, quando abbiamo proposto con forza la figura di Giovanna Miele lo abbiamo fatto perché convinti della necessità di offrire alla città figure serie e preparate e aggiungo anche in grado di ricoprire con professionalità ruoli importanti e apicali nel partito. Oggi che il Centrodestra unito ha scelto Vincenzo Zaccheo come candidato sindaco, la linea politica non cambia assolutamente. La Lega in particolare, sta lavorando per rinnovare e non per restaurare. Nessun ritorno al passato, anzi. E oggi più di prima sono convinto, che proprio la figura di Giovanna Miele possa rappresentare un valore aggiunto per il centrodestra in generale e mi auguro per la Lega in particolare. Capacità, preparazione, serietà e passione devono essere i fari per le prossime classi dirigenti e da queste caratteristiche non si potrà prescindere. Spero veramente che il Centrodestra possa avere il sostegno e l'appoggio di figure come Giovanna Miele ma anche di tutto il suo gruppo di persone del Laboratorio Identità Futuro e di tanti giovani capaci e desiderosi di contribuire alla rinascita della nostra città e creare le basi per una politica sana e di qualità.

Quindi ci sta dicendo che vede un futuro nella Lega per la consigliera comunale Giovanna Miele?
Ho insistito così tanto per la sua candidatura a sindaco perché rappresenta una persona di qualità figuriamoci se non la vorrei parte integrante nel partito, dico piuttosto che il futuro della Lega a Latina non può prescindere anche da Giovanna Miele.

Con Zaccheo candidato sindaco il Centrodestra può vincere le elezioni?
Zaccheo come si suol dire rappresenta un valore aggiunto per le sue qualità amministrative, a vincere insieme a lui sarà il centrodestra con la sua squadra, le sue idee e la sua competenza.