La Lega di Aprilia riparte da Salvatore Lax. L'ex coordinatore, costretto ad un passo indietro nei mesi scorsi per dissapori interni al gruppo e sostituto per questo da Bruno De Luca, è riuscito a riprendersi la sua rivincita proprio nel momento in cui il gruppo consiliare rappresentato da Roberto Boi e Francesca Renzi attraversa una lunga crisi con il coordinamento provinciale del partito di riferimento. Ad ufficializzare la nomina avvenuta nelle scorse ore, con il benestare dei vertici provinciali del partito, la nota trasmessa dal gruppo di Aprilia. «La Lega di Aprilia cresce – si legge nella nota – e nomina ai vertici comunali il dottor Salvatore Lax come nuovo coordinatore del partito. La nomina legata a dinamiche meritorie, ha lo scopo di promuovere la crescita del partito e di coagulare nuove adesioni al progetto di traghettare il centrodestra alla guida della città alle prossime amministrative. Si partirà con un direttivo pieno di entusiasmo, proiettato ad un rinnovamento e che contribuisca alla crescita della Lega».
Un direttivo che, da regolamento, dovrebbe includere anche i due consiglieri comunali Roberto Boi e Francesca Renzi che non hanno mai nascosto la crisi in corso con il partito di riferimento. Una crisi sotto la luce del sole e costellata di segnali inequivocabili, ma che di fatto non è mai culminata in una rottura definitiva, dal momento che anche in consiglio comunale non è mai stata formalizzato alcun cambiamento in seno al gruppo consiliare. Ora a Lax, che si prepara con i fedelissimi a riprendere in mano e rimettere in piedi il nuovo direttivo del partito, spetterà anche il compito di sondare il terreno, cercare di riappacificare gli animi e ricostruire un percorso, annunciando sin da subito la volontà di prendere le redini per elaborare un progetto inclusivo e ritrovare l'armonia anche con il gruppo consiliare. «Da parte mia – sottolinea il nuovo coordinatore Salvatore Lax – c'è piena volontà di condividere con tutti il nuovo progetto, che ha come obiettivo quello di creare le condizioni per la creazione di uno schieramento di centrodestra unito e competitivo per le prossime elezioni. Del progetto fanno naturalmente parte anche i consiglieri comunali; sarà mia premura nei prossimi giorni incontrarli e cercare di appianare le divergenze che potrebbero esserci state in passato con il partito».  E' chiaro che la nomina di Lax potrebbe servire a ricompattare il gruppo, recuperando anche gli sfilacciati rapporti tra partito e gruppo consiliare che sembra muoversi in autonomia senza aver mai formalizzato la presa di distanze dal simbolo o al contrario portare i consiglieri stessi ad una scelta definitiva di rottura.