Il risultato delle elezioni amministrative in provincia di Latina certifica una forte crescita di Fratelli d'Italia, che registra una delle percentuali più alte sull'intero territorio nazionale.

"Fratelli d'Italia in queste elezioni amministrative in provincia di Latina conferma il consolidamento del percorso del partito sul territorio - commenta il coordinatore provinciale sen. Nicola Calandrini -. Cresciamo in termini di consenso elettorale, e lo dimostra il fatto che siamo il primo partito sia a Latina che a Cisterna, con percentuali lusinghiere anche a Formia, Sezze e Minturno. Eleggiamo consiglieri anche a Itri e a Pontinia, e non posso che esserne orgoglioso.
Sottolineo in particolare il risultato di Latina, dove il consenso di Fratelli d'Italia è tra i maggiori registrati in Italia, insieme a Roma e Novara.
È la dimostrazione che la classe dirigente sulla quale abbiamo investito in questi anni ha trovato l'approvazione degli elettori in ogni contesto di riferimento. La crescita sul territorio prescinde tuttavia dalle condizioni locali. È la prova della forza di un progetto politico in linea con i valori nazionali e che si riconosce nella leadership di Giorgia Meloni. A ciò si aggiunge una scelta dei candidati consiglieri e dei candidati sindaco all'interno di coalizioni che è stata premiata dagli elettori.
Oggi Fratelli d'Italia può vantare di essere la forza politica leader del centrodestra in provincia di Latina ma anche in ambito nazionale: non era cosa facile, stando soli all'opposizione del governo Draghi.
Non ci fermiamo qui - conclude Calandrini -. Tra due settimane ci attendono i ballottaggi. Saremo presenti ovunque fino all'ultimo minuto, in partite che combatteremo fino alla fine".

"Quella di lunedì è stata una giornata esaltante - aggiunge l'eurodeputato Nicola Procaccini -, ad un certo punto abbiamo accarezzato anche l'idea che potesse diventare qualcosa di più, con una vittoria già al primo turno nella città di Latina. Pazienza, resta comunque un'affermazione straordinaria di Fratelli d'Italia e di Vincenzo Zaccheo che ci porta a pensare che la sinistra può essere mandata via dopo i disastri compiuti. In tutta la provincia si conferma un radicamento di centrodestra e di Fratelli d'Italia sempre crescente.
Sottolineo che la classe dirigente di Fratelli d'Italia dimostra sui territori di essere radicata, di spessore e molto giovane, e questa è una buona notizia per tutti"

"Sicuramente è stata una campagna elettorale avvincente - dichiara il vice portavoce regionale Enrico Tiero -. Quando si fa gioco di squadra i risultati arrivano. Ci possiamo considerare soddisfatti dei risultati ottenuti ovunque. Penso a Sezze, dove non eravamo presenti, ma anche a Formia dove nell'ultima tornata elettorale eravamo all'1%.
A Latina ci siamo confermati il primo partito del centrodestra: è una grossa soddisfazione e una grossa responsabilità. Sono convinto che ai ballottaggi si possa vincere ovunque, in particolare a Latina: Zaccheo vincerà alla grande il ballottaggio contro un sindaco che si è dimostrato un nulla sotto l'aspetto amministrativo. Il centrodestra ha già la maggioranza del consiglio comunale. Ai cittadini domenica e lunedì prossimo non resta che spendere la loro preferenza per un sindaco del fare qual è Vincenzo Zaccheo rispetto ad un sindaco che ha lavorato per la città solo a tempo scaduto, facendo anche operazioni forzate. Se è questo il nuovo, il corretto, se questi sono quelli che si vantano di rispettare la vita democratica, è tutto dire.
Non dimentichiamo che abbiamo ancora il teatro chiuso, gli impianti sportivi inadeguati e tantissime criticità che aspettano solo di essere risolte e su cui il centrodestra è pronto a lavorare sotto la guida di Vincenzo Zaccheo".