Forza Italia non farà accordi con Damiano Coletta e dunque non indicherà nomi per la giunta. Non intralcerà l'avvio dell'amministrazione ma lavorerà dal Consiglio comunale assieme agli altri alleati, Fratelli d'Italia, Lega e Latina nel Cuore. E', in sintesi, quanto scaturito ieri sera dalla riunione degli azzurri, alla quale ha preso parte anche il senatore Claudio Fazzone, coordinatore regionale degli azzurri.
Forza Italia, certamente, contribuirà a garantire la governabilità della città, perché non viene ritenuto opportuno per Latina andare al voto anzitempo, lasciando la città commissariata proprio mentre bisogna lavorare per ottenere i fondi messi a disposizione dal Pnrr. Con la presa di posizione di ieri, Forza Italia ha anche sgombrato il campo dalle voci di un presunto accordo già stretto tra Fazzone e Coletta.
Nella riunione, a cui hanno preso parte tutti i candidati al Consiglio, il coordinatore provinciale Alessandro Calvi e quello regionale Claudio Fazzone, si è stabilito che «pensare di andare alle elezioni sarebbe un atto di assoluta irresponsabilità morale e politica, necessario quanto primario il bisogno di rimettere in moto una macchina ferma da troppo tempo». Forza Italia, pertanto, dichiara «la sua disponibilità, solo ed esclusivamente subordinata alla nascita di una giunta tecnica, della quale essa stessa non intende far parte, così come non intende proporsi per la Presidenza del Consiglio».