Il Presidente della Provincia Gerardo Stefanelli ha illustrato questa mattina al Consiglio provinciale le Linee programmatiche del mandato 2022/2025. Nel suo intervento Stefanelli ha ribadito i quattro punti chiave che caratterizzeranno la sua azione amministrativa: restituire all'ente un ruolo strategico soprattutto nel raccordo con i Comuni; rendere ai cittadini servizi efficienti; intervenire sulla pianta organica (dimezzata) per consentire all'ente di operare al massimo delle sue potenzialità; adottare tutti gli strumenti necessari per un nuovo approccio all'innovazione tecnologia e alla digitalizzazione.

"Sicurezza stradale, scuole e pianta organica – ha sottolineato – sono le linee lungo le quali ci muoveremo. Il progetto è quello di varare un piano moderno per la sicurezza della viabilità utilizzando le nuove tecnologie, istituire un rapporto costante con la Consulta provinciale degli studenti e per quanto riguarda il personal a breve predisporrò un piano del fabbisogno per coprire i vuoti e consentire alla macchina amministrativa di lavorare a pieno regime".

Il presidente ha anche preannunciato la volontà di costituire un laboratorio con Comuni, Camera di Commercio, associazioni di categoria e altri enti pubblici il cui compito sarà quello di elaborare progetti, supportando i Comuni minori, per accedere ai fondi del Pnrr.

"Negli ultimi due anni – ha concluso – c'è stata un'inversione di tendenza rispetto al ruolo delle Province tanto che ora sono anche previste alcune figure di assessori. Questo significa che potremo svolgere un ruolo importante di indirizzo con poteri reali e non soltanto formali".