"L'Unione europea deve intervenire per dare sostegno economico ai Paesi colpiti dalla peste suina africana. Per questo abbiamo presentato come Lega Gruppo ID, assieme al collega Marco Dreosto, una interrogazione prioritaria alla Commissione europea allo scopo di richiedere misure di supporto eccezionali per i paesi colpiti, per sostenere i lavoratori e le imprese del comparto suinicolo". Lo afferma in una nota il parlamentare europeo della Lega Gruppo ID Matteo Adinolfi

"L'aggravarsi dell'epidemia di peste suina africana in Italia con l'attuale coinvolgimento di tre regioni sta mettendo in ginocchio l'economia di interi territori a causa del blocco delle importazioni da parte di alcuni Stati per i prodotti provenienti dall'Italia. Oltre all'export extra UE già oggi cancellato per circa 20 milioni di euro al mese, anche l'export verso l'UE sta risentendo della situazione, sebbene in applicazione del principio della regionalizzazione. Centinaia di aziende del comparto suinicolo rischiano di chiudere, mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro (50.000 dipendenti in Italia dell'intera filiera suinicola). Maggiormente esposte a rischio sono le produzioni più emblematiche e simboliche della salumeria Made in Italy, ricomprese in 21 prodotti DOP. Servirebbero oltre 11 miliardi di euro tra valore della produzione agricola e fatturato industriale oggi interamente a rischio ai quali si aggiungerebbero ulteriori costi indiretti lungo la filiera quali, ad esempio, la perdita di quasi 2,5 miliardi di euro legati alla produzione di mangimi destinati al comparto. La Commissione Europea ha il dovere di intervenire e dare supporto ai Paesi e alle economie colpite".