"Sul vaiolo delle scimmie bisogna evitare la stessa disordinata e poco efficace risposta iniziale data alla prima ondata della pandemia di Covid-19. L'UE non commetta gli stessi errori, e, di concerto con gli Stati membri, predisponga subito piani di intervento, contenimento e approvvigionamento delle terapie per far fronte a questa nuova minaccia. In merito, assieme ai colleghi della Lega Gruppo ID, abbiamo presentato una interrogazione alla Commissione affinché si agisca presto". Lo afferma in una nota il parlamentare europeo della Lega Gruppo ID Matteo Adinolfi.

"Come confermato anche dall'ECDC, il centro europeo per la prevenzione delle malattie, i casi accertati dimostrano che vi è una trasmissione, inedita per questo virus, tra gli uomini, e che tale trasmissione pare avvenga tramite gocce respiratorie oppure, nella maggior parte dei casi riscontrati, attraverso i rapporti sessuali. Ci auguriamo tutti che l'allarme rientri presto, ma i cittadini hanno bisogno di risposte. L'Europa non si faccia trovare impreparata, un'altra volta".