Pioggia di interventi sul Bilancio Previsionale del Comune di Latina, approvato ieri notte in Consiglio. "Un passaggio fondamentale, che ci consente di avviare una nuova fase di questa consiliatura. All'interno del documento troviamo una distribuzione oculata ed articolata delle risorse per l'investimento e l'implementazione dei vari settori: dal sociale, alle opere passando per lo sport, la scuola ed il turismo fino al litorale ed i borghi", commentano i consiglieri di Latina Bene Comune. "Ora abbiamo le risorse che in questi mesi non ci sono state. Ora abbiamo la forza per procedere, senza scuse, alla realizzazione degli obiettivi condivisi con la maggioranza programmatica. Ora inizia, davvero, il nostro secondo tempo per Latina". Così, in una nota, il gruppo consiliare di Latina Bene Comune dopo che nella notte, dopo un lungo Consiglio Comunale, è stato approvato il DUP ed il Bilancio di Previsione 2022-2024. Valeria Campagna, Floriana Coletta, Gianmarco Proietti ed Emilio Ranieri proseguono: "Lo riteniamo un documento completo, dettagliato, e rispettoso delle richieste delle varie parti. Un ottimo lavoro nonostante il periodo storicamente complicato. Come Latina Bene Comune siamo molto soddisfatti di aver visto accolte le nostre richieste. Pensiamo, in particolar modo, ai 40.000€ per un progetto di fattibilità per la Banca d'Italia e, altrettanti 40.000€, per il progetto scuola social impact. Due progetti che vanno nella direzione, ampiamente tratteggiata dal nostro gruppo consiliare, di una città con più spazi destinati alla socialità e con politiche per la scuola più vicine alle esigenze di studentesse e studenti. Ora che queste somme sono in bilancio, auspichiamo che l'amministrazione possa procedere alla predisposizione ed implementazione dei progetti in questione. Bisogna andare avanti ed ora, finalmente, possiamo farlo con convinzione e senza rallentamenti. Il tempo degli alibi è terminato. Poi ancora – aggiungono – le cifre stanziate per: patti di collaborazione; l'implementazione di politiche relative alla parità di genere; l'acquisto di arredi scolastici; l'acquisto di nuovi arredi per la biblioteca Manuzio; il festival degli artisti di strada. E ancora risorse per la progettazione di un nodo viario tra via Piave, via Piattella e la rotonda di via Persicara. Questo bilancio – concludono – ci dà la possibilità di lavorare liberamente nel segno di una vera sintesi politica che tenga conto, proprio come la città ci ha indicato di fare nel momento elettorale, delle varie visioni politiche consiliari. Una sintesi che deve portare alla cura del cittadino, alla soddisfazione delle sue esigenze. Stiamo avviandoci verso la fine di un periodo complicato, caratterizzato da una crisi sanitaria ed una economica, questo bilancio può essere la leva per accelerare il processo di ripresa. Per Latina, per i latinensi, per il bene comune di tutte e tutti".

Muzio: "Distribuzione equilibrata e sostenibile di risorse"
"Un documento che contiene, nonostante il momento storico di emergenza costante, che stiamo vivendo ormai da tre anni, una distribuzione equilibrata e sostenibile di risorse ben calibrata in tutti i settori anche quelli dello sport, della disabilità, del welfare, del turismo, del litorale e dei borghi che, fino ad oggi, non avevano avuto risorse sufficienti". Questo il primo commento del consigliere di Fare Latina, Annalisa Muzio, rilasciato all'una di questa mattina appena terminata la lunga maratona per l'approvazione del documento finanziario. Un bilancio che consentirà di rispettare i programmi condivisi con la maggioranza e che ha visto accolte le richieste presentate da Fare Latina. Nello specifico nel Bilancio sono stati inseriti: 130 mila euro per lo sport di cui 60 mila solo per la promozione sportiva e il restante per manutenzione degli impianti già esistenti, fermo restando le ingenti somme già previste per realizzare il nuovo impianto sportivo in Q4 e la manutenzione degli altri impianti già stabilita da un bando vinto dal Comune di Latina; 60mila euro per concretizzare finalmente la figura del Disability Manager suddivisi in una prima tranche di 20 mila euro poi altri 40 mila per il 2023; le somme dedicate alla promozione culturali dei borghi per 20 mila euro oltre a quelle specificatamente previste per il decoro e le strade, sempre dei borghi;

"Come Fare Latina siamo soddisfatti di aver raggiunto questo primo traguardo nel rispetto di quelle che erano state le nostre linee programmatiche di governo della città – afferma l'avv. Muzio. Sport, inclusione, disabilità, riqualificazione dei borghi e delle zone periferiche della città sono punti sui quali personalmente mi batto da tempo ancora prima di entrare in politica. Un lavoro lungo che prevede, tra le altre cose, l'introduzione concreta della figura del Disability Manager, cioè un professionista incaricato dal Comune che si occupa di fornire consulenza, coordinare le attività esistenti, e proporne di migliori, allo scopo di migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità e fragilità. Soddisfazione va espressa anche per l'incremento, condiviso con l'opposizione, per le somme per il Peba (Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche) e poi, finalmente, la Beach Arena – aggiunge il consigliere di Fare Latina – una struttura stabile da realizzare sul lungomare per ospitare eventi sportivi ma non solo. Un progetto presentato 4 anni fa e mai preso in considerazione, oggi inserito del DUP (Documento Unico di Programmazione) approvato ieri. Tanto lavoro ancora da fare anche sulle somme messe in Bilancio per i borghi, per cui siamo riusciti a istituzionalizzare la Consulta dei Borghi e per cui stanno iniziando ad arrivare fondi che andranno certamente rimpinguati anche grazie ai bandi regionali che stiamo già intercettando. Bene anche la Tari che siamo riusciti a contenere, grazie alla collaborazione dell'assessore al bilancio, il dr. Massimo Mellacina, al 2% perché – conclude l'avv. Muzio – in un momento di grande difficoltà economica per le famiglie tra post pandemia e aumenti dovuti alla guerra, pensare di fare lievitare l'ammontare di una tassa che riguarda tutti sarebbe stato difficile da comprendere. Sicuramente tutto questo non può essere un punto di arrivo; per noi di Fare Latina rappresenta, al contrario, un punto di partenza. Ora dobbiamo tutti lavorare perché c'è tanto da fare per fare tornare Latina una città degna di essere la seconda città del Lazio".

FdI e Latina nel Cuore: "Non è il nostro bilancio, ma non lasciamo soli i cittadini"
Convintamente abbiamo espresso, offrendone le ragioni, il nostro voto sfavorevole al Dup ed al Bilancio di Previsione. Non è il nostro Bilancio, non potrebbe esserlo. A mancare è la visione, l'anima, il disegno della città dei prossimi anni.

Siamo arrivati in Aula a giugno, ripetendo una consuetudine tutta in capo alla Giunta Coletta che, proroghe a parte, discute del documento principe dell'amministrazione, appunto il Bilancio, in gran ritardo. Non è il nostro Bilancio anche perché ci è stato inoltrato via Pec, rendendo impossibile un coinvolgimento ed un lavoro comune.

Nonostante ciò abbiamo lavorato, in Aula e nelle Commissioni, per offrire risposte alla città attraverso alcuni emendamenti. Un particolare impegno è stato profuso dal Capogruppo di FDI, Matilde Celentano e dal Consigliere Mario Faticoni, entrambi veri e propri punti di riferimento per tutta l'Aula Consiliare per la dedizione e la generosità con le quali hanno affrontato questo Bilancio di Previsione.

Abbiamo voluto scansare alcune tristi e perverse logiche clientelari del passato, rivolgendo la nostra azione amministrativa non già a noi stessi, ma ai più fragili, agli indifesi ed agli ultimi.

In primo luogo, con 30.000 euro, abbiamo inteso restituire onore e dignità al corpo della Polizia Locale che da vent'anni indossa le stesse divise. Con questo emendamento, presentato dall'On. Zaccheo come primo firmatario e votato all'unanimità, potranno finalmente acquistarne di nuove. Altro emendamento approvato all'unanimità dal Consiglio Comunale si rivolge alla terza età. In particolare la Dottoressa Celentano, Capogruppo di FDI, illustrandolo in Aula ha ricordato l'importanza che gli anziani costituiscono per la società. Già nella passata consiliatura, infatti, la Consigliera Celentano presentò una mozione sull'invecchiamento attivo e sulla città a misura di anziano. È grazie al loro lavoro, infatti, se questa comunità può godere di un patrimonio di storie e di culture di straordinaria ricchezza. Abbiamo stanziato 20.000 per i Centri Polifunzionali dedicati agli anziani, vere e proprie eccellenze del nostro territorio.

Infine, 40.000 per il PEBA, il Piano per l'abbattimento delle barriere architettoniche. Questo emendamento è stato approvato con il voto favorevole di Fratelli d'Italia e Latina nel Cuore e Lega, contando sulla benevola astensione di Forza Italia e Fare Latina. Spiace che la sinistra abbia espresso un voto negativo non tanto ad una proposta avanzata da noi, ma ad un mondo fatto di persone, famiglie, genitori che si trovano a lottare tutti i giorni per veder migliorata la qualità della propria esistenza.

Noi siamo e saremo sempre accanto ai più fragili, a chi sta indietro. Questa sensibilità è parte integrante della nostra cultura e storia politica. Con grande passione continueremo a metterla al servizio della comunità latinense.